foto_testo_home_trasp
2020 Pandemia e Resurrezione

2020 Pandemia e Resurrezione

 

Sul mondo, con spaventosa virulenza, si è abbattuto un “cigno nero” di proporzioni immense. Impossibile, dunque, prevederne l’impatto. Tuttavia, in quello che verrà ricordato a lungo come l’“anno fatale”, sorge più di un’ombra sulla corretta gestione dell’emergenza. Giulio Sapelli, con la consueta profondità di pensiero, prova a fare luce su questa drammatica crisi e sugli scenari futuri. La pandemia e la sua gestione sono il frutto amaro di una società e di un sistema economico globalizzato come pure di un arretramento della politica, dello Stato e dello spirito pubblico. Sapelli ricostruisce bene le ragioni e gli sbocchi di questo disgraziato stato di cose.

continua ...

Intervista | «Siamo alla rottura Merkel-Macron. Bruxelles non sarà più come prima»

«Rileggendo San Paolo si elaborano teorie interessanti.» Per il professor Giulio Sapelli, economista, docente universitario, analista e saggista di livello internazionale, la sospensione dell’esistenza è tutt’altro che inutile, Ieri ha dato alle stampe il pamphlet più fresco e intrigante del momento: Pandemia e resurrezione (editori Guerini e Associati e goWare, che lo pubblica online e su Amazon). Perché l’epidemia ci dice cose che noi umani non immaginavamo o solo sospettavamo, Con un imperativo: «Ora tifiamo Italia, poi bisogna cambiare tutto andando alle elezioni.

Professor Sapelli, perché l’ispiratore del suo libro è San Paolo?

Ho riletto la lettera ai romani. C’è quel passaggio del capitolo otto sulla speranza messa alla prova nelle situazioni più orribili. Se speriamo in quello che non vediamo, lo attendiamo con perseveranza. C’è un’attesa di cambiamento, tanto per cominciare nell’Europa.

continua ...