foto_testo_home_trasp
Nulla è come prima

Nulla è come prima

Nell’ultimo decennio due profondi e ravvicinati cicli recessivi hanno trasformato la struttura imprenditoriale italiana caratterizzata da un’alta presenza di piccole imprese.

I cambiamenti dell’economia internazionale, del mercato del lavoro e del credito, le criticità del contesto hanno mutato il posizionamento sul mercato di queste imprese esasperandone le debolezze ma anche consolidandone i numerosi punti di forza. Le traiettorie di cambiamento indicate dall’analisi di un ampio set di dati statistici, in un contesto di crescente complessità, sollecitano la riflessione teorica.

Gli effetti della globalizzazione, i cambiamenti demografici, i driver della trasformazione digitale e della sostenibilità ambientale fanno emergere nella piccola impresa i tratti di un nuovo paradigma nel quale interazioni tra società, famiglia e tessuto imprenditoriale, rapporti tra imprese, discontinuità tecnologica e domanda dei fattori produttivi vengono proposti per una nuova considerazione.

continua ...

Rischi per l’Europa/ Dazi, la guerra delle imprese che trascina America e Cina

Le guerre commerciali su scala mondiale hanno sostituito le guerre militari? È un interrogativo che dobbiamo porci in forma non superficiale e contingente ma nella prospettiva di comprendere le trasformazioni in atto e quelle future del potere delle nazioni e insieme delle grandi imprese che modellano con le loro strategie gli stessi Stati e condizionano l’evolversi storico degli insediamenti umani.

Quando gli Stati coinvolti in un confronto commerciale sono veri e propri continenti, come la Cina e gli Stati Uniti, l‘interrogativo può divenire drammatico e nel contempo disvelare il vero volto della storia. La Cina reagisce alle dichiarazioni di Trump ampliando l’elenco delle merci sottoposte a dazi punitivi ma nel contempo compie quella mossa che è precipuamente nelle mani dello Stato: svaluta la moneta. Lo yuan perderà di valore per favorire le esportazioni cinesi e questo è un evento che veramente segna una svolta epocale.

continua ...